domenica 26 settembre 2010

Il Centro Rapaci di Marco Tomassetti nella conca del Lago di Nemi

Mèta ideale per famiglie con ragazzi amanti della natura

(Cliccare sulle foto per vederle ingrandite) Nella magnifica conca del Lago di Nemi, a poche centinaia di metri dal Museo delle Navi Romane e dalle rovine del Tempio di Diana, immersa nella campagna c’è la Scuola di Falconeria di Marco Tomassetti (qui sotto nella foto). Io l’ho scoperta per caso oggi pomeriggio scendendo al lago dopo una visita al mercatino mensile di Genzano e devo dire che è stata una vera sorpresa, per la cortesia e la passione di Marco e per la bellezza dei rapaci: quelli che ho potuto vedere oggi sono stati un enorme gufo reale, due splendide poiane di Harrys originarie dell’america latina e alcuni agili falchi pellegrini. Arrivare alla scuola non è difficile: appena scesi sulle sponde del lago, a ogni bivio delle numerose stradine in sampietrini, tra le tante indicazioni stradali ci sono numerosi cartelli gialli con la scritta “Centro Rapaci” che indicano la direzione. La scuola è in una di queste stradine chiamata Via delle Noceta. Spiega Marco che l’attività riprenderà in pieno con il prossimo mese di ottobre quando finita ormai l’estate gli uccelli avranno completato la propria muta e saranno nelle condizioni migliori per mostrare tutta la loro bellezza. Informazioni sul Centro, ottima mèta per famiglie con ragazzi amanti della natura e delle bellezze locali, possono essere richieste via e-mail al seguente indirizzo info@italianfalconry.it o per telefono allo stesso Marco Tomassetti al seguente numero 348.48.35.759.
Queste alcune informazioni tratte dal depliant della scuola: “HAWK WALKING è l’esperienza per tutti, per far vedere in volo le specie di rapaci più spettacolari che la natura ci ha regalato. FALCONIERE PER UN GIORNO è una giornata insieme a falchi, gufi … La giornata, pranzo incluso, è un vero e proprio corso intensivo di scuola di falconeria per gli adutli e per i più giovani accompagnati … Si consigliano un abbigliamento da campagna, scarpe basse, cappello e, in previsione di pioggia o freddo, giacca a vento e naturalmente la fotocamera! FALCONERIA A CAVALLO, l’equitazione e la Falconeria, antica arte …, si fondono in una rievocazione storica che vi darà fantastiche sensazioni … Immaginate una tranquilla passeggiata a cavallo seguiti da falchi che parteciperanno attivamente. Dal pugno, volando in sintonia con il gruppo, per poi ritornare all’allievo falconiere … i nostri rapaci vi faranno vivere un indimenticabile momento di completa intesa con animali e ambiente. Per poter fare questa esperienza bisogna avere una preparazione di equitazione di base per la campagna. L’allievo dovrà seguire un minicorso di falconeria per avere cognizione della presenza dei rapaci durante la passeggiata. L’allievo potrà decidere se interagire con i falci o partecipare solo a cavallo all’esperienza. Il maestro falconiere valuterà le capacità e l’approccio degli allievi per la scelta dei falchi e la loro assegnazione. Possono fare questa attività sia cavalieri principianti che professionisti … la difficoltà delle attività sarà sempre proporzionale al grado di equitazione del gruppo. I gruppi saranno seguiti da un tecnico di equitazione e un maestro falconiere”.
Ma il Centro è anche aperto ai visitatori occasionali e di passaggio interessati a vedere per la prima volta da vicino animali belli e rari come quelli rappresentati nelle foto qui accanto offrendo così a se stessi e ai loro figli l’occasione per familiarizzare con essi ed eventualmente decidere di intraprendere l’apprendimento delle attività offerte dalla scuola.
Ecco come queste vengono descritte nel depliant: “Italian Falconry è una vera e propria scuola di Falconeria che forgia ottimi falconieri basandosi sul far apprendere al novizio tutto ciò che serve per conoscere questa nobile arte. L’apprendimento avviene tramite l’utilizzo dei falchi della scuola stessa. La scuola offre la possibilità, per gli appassionati, di frequentare corsi atti all’apprendimento. – Differenza tra i falchi e gli accipitrini e le loro diverse strutture, loro prestazioni in falconeria, modo di caccia nel basso e nell’alto volo, strutture divers comportano tipi di caccia diversi, specie di falchi più usate in falconeria, specie di accipitrini più usate in falconeria, il lro diverso carattere, le ali appuntite dei falconi e arrotondate degli accipitrini. – Come si arma un falco. – Dimostrazione di come si porta correttamente sul pugno un falco con e senza il cappuccio. – Come si abitua un falco all’uso del cappuccio. – Presentazione dei vari tipi di pertica; bassa, alta, curva, dei blocchi con spiegazione delle loro funzioni, vaschetta per il bagno: dove colocarla e come deve essere. Come si lega un falco al blocco, tipo di nodo, come avvicinarsi per prendere il falco sul pugno, esercizi su come posano sulla pertica o sul blocco. – Come si alimenta un falco. – Primi esercizi di volo al pugno. Presentazione dei vari tipi di logori, varie fasi di distanza. – Uso della radio, come si applica la trasmittente e come si usa la ricevente, varie distanze con o senza ostacoli. – Ciò che un allievo non deve fare. Regolamenti, codice di condotta, vigenti leggi. – Norme … diventare Falconiere. Essere falconiere, in una società in cui tutto è consumismo, significa rimanere idealisti nonostante l’imperante cinismo, ciò quindi implica non solo acquistare e detenere un falco ma anche capirne le esigenze, la mentalità e convivere quindi con un animale che al primo impeto di libertà, sostenuto da forza e abilità, potrà abbandonarvi nell’impresa di divenire indipendente”.
.

1 commento:

Louisette ha detto...

Buon post and fotos!