mercoledì 29 aprile 2009

Il grandioso ponte di Augusto sul Nera ... a Frascati ?!

Errori e refusi del passato: dopo Tivoli ... Narni

Ben poca cosa è l’equivoco della fontana del palazzo Aldobrandini a Tivoli (?!) descritto nel post precedente rispetto a quello della cartolina qui accanto dove risultano rappresentati i “resti del grandioso ponte di Augusto sulla Nera” … a Frascati (??!!).
Che a Frascati non vi sia alcun ponte di Augusto, né piccolo né grandioso, è cosa nota e questo anche per il semplice fatto che sul suo territorio comunale non passa alcun fiume e men che mai il, o la, Nera!
Il ponte riprodotto nella cartolina sorgeva invece nei pressi di Narni, era alto trenta metri, lungo all’incirca centosessanta ed era costruito su tre, forse quattro, arcate di lunghezza differente l’una dall’altra e delle quali è arrivata ai giorni nostri soltanto una, oltre ai resti di due piloni, a pianta rettangolare, che sono quelli appunto visibili nella cartolina.
Gli archeologi che hanno studiato i resti del ponte hanno rilevato difformità costruttive tra le sue varie parti e questo li ha indotti a ipotizzare diverse fasi costruttive realizzate in epoche diverse pur facendo risalire l’origine del manufatto ai lavori di riassetto viario della Via Flaminia fatti realizzare da Augusto intorno al 27 a.C. Inoltre sono stati rilevati i segni di molti interventi di restauro anche in età antiche mentre le cronache medioevali parlano di danneggiamenti subìti dal ponte in seguito a terremoti e il crollo del terzo pilastro risulta documentato nel 1855. Riferisce il sito Umbria e Arte che negli ‘970 il ponte è stato oggetto di interventi di consolidamento mentre gli ultimi terremoti del 2000 danneggiarono l’unica arcata superstite che, finita di restaurare nel maggio 2005, restituì “il fascino originario al monumento architettonico”.
Quella qui a fianco è invece l’immagine del ponte da un dipinto del 1826 di Jean-Baptiste-Camille Corot.
.

Nessun commento: